Gravidanze precoci. Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia – SIGO

Per facilitare il confronto con i teenager italiani è attivo www.sceglitu.it.

Solo il 36% dei ragazzi italiani dichiara di rivolgersi al proprio docente per chiedere informazioni sulla contraccezione contro il 64% della Gran Bretagna, il 44% della Spagna e il 42% della Francia. I ragazzi italiani parlano molto di più con i genitori, ai quali si rivolge il 55% dei ragazzi.

Sul sito c’è una parte dedicata alle “giovanissime” che vale la pena guardare nella sezione “adolescenti e gravidanza”. E’ un sito tecnico. A mio parere manca sempre la parte dell’educazione sentimentale, comunque è un inizio per parlarne in casa o per lasciare navigare da soli i ragazzi.

Gravidanze precoci. Teen STAR: “Educazione sessuale e sentimentale”

Il programma Teen STAR (Sexuality Teaching in the context of Adult Responsibility), è uno strumento elaborato negli USA dalla dr.sa Hanna Klaus ed ora diretto dalla dr.sa Pilar Vigil docente dell’Università Cattolica del Cile.

Si tratta di corsi organizzati per educatori, insegnanti e genitori per fornire loro gli strumenti per educare i giovani alla sessualità e al rispetto del proprio corpo e a quello degli altri.

L’utente finale sarà quindi l’adolescente che periodicamente incontra un gruppo di coetanei e due operatori preparati con questo metodo, un maschio e una femmina, per osservare la propria corporeità. Il due adulti di riferimento si renderanno disponibili durante e dopo il corso per rispondere alle domande dei ragazzi.

In particolare Teen STAR ha sviluppato le seguenti aree:

  • Scoprire la propria identità ed aver stima di sè
  • Valutare la propria capacità di determinazione
  • Scoprire la dignità ed il valore della persona

Per la specificità dei contenuti consigliamo di visitare il sito http://www.teenstar.it/

Finora sono stati tenuti corsi a Milano, Rovigo, Roma, Torino, Varese e Napoli.

Il Teen STAR mi è stato segnalato da una mamma che ha frequentato il corso per le pre-adolescenti assieme a sua figlia. Il Teen STAR vero e proprio, invece, viene gestito dai ragazzi, senza interferenze dei genitori.

Comunicazione Coordinamento CARE

La prima conferenza sarda della famiglia adottiva “OLTRE… dal progetto alla famiglia”, si terrà sabato 24 marzo 2012 dalle ore 9 alle ore 18 nella sala conferenze dell’Hotel Mediterraneo di Cagliari.

Gli eventi che la famiglia adottiva incontra nelle diverse fasi del suo percorso di vita permettono di riconoscere esperienza specifiche rispetto alla genitorialità biologica, dalla fase precedente alla scelta adottiva, alla fase di formazione della famiglia. La descrizione del percorso di vita della famiglia adottiva permette di individuare gli eventi, i ruoli dei genitori e i compiti che devono affrontare.
Infatti le fasi, dal momento dell’adozione, si susseguono come nella famiglia biologica, in relazione alla crescita del bambino, ma sono caratterizzate da compiti di sviluppo specifici, determinati dai legami e dalle interazioni che hanno vissuto sia il bambino, sia il genitore prima dell’incontro adottivo e che generano l’integrazione della storia familiare del bambino con quella della coppia. Questo influisce su tutto il ciclo di vita della famiglia e determina il ruolo primario dei genitori adottivi. L’integrazione delle storie famigliari rappresenta un compito peculiare della genitorialità adottiva nei diversi momenti d’evoluzione della famiglia, che si aggiunge e si sovrappone a quelli della famiglia biologica.

L’osservazione del ciclo di vita della famiglia adottiva permette di individuare le caratteristiche, il ruolo e i compiti del genitore adottivo. Questo si compone di tre fasi: le prime due relative al percorso di avvicinamento alla genitorialità adottiva, la fase del progetto adottivo e la fase sociale; e la successiva relativa all’incontro del bambino e all’inserimento in famiglia, la fase di nascita della famiglia adottiva.

 
La giornata è dedicata a tutte le famiglie adottive, a tutte le famiglie che stanno pensando di intraprendere questo percorso, ai nonni e agli zii adottivi, agli operatori del sociale che per primi si affiancano alle famiglie che decidono di adottare, a tutte quelle persone che sono interessate al tema.
Tra gli ospiti hanno confermato la loro presenza ci sono la presidente del CARE, il Coordinamento nazionale delle associazioni di familiari in rete di esperienze, Monya Ferritti, i consiglieri regionali Marco Espa e Franco Meloni, firmatari di due proposte di legge sulle adozioni, Paola Murinoassistente sociale del Comune di Cagliari e Luciana Fancello Psicologa e psicoterapeuta U.O.C. Consultori familiari ASL 8. Interverranno rappresentanti istituzionali, regionali, provinciali e comunali, persone, famiglie adottive e le loro  organizzazioni, insegnanti, operatori sociali. La giornata verrà conclusa con due esperienze familiari significative: parleranno Giuseppe e Stefania, genitori adottivi e Kamini Silvia, figlia adottiva.

L’iscrizione non è obbligatoria e l’ingresso è libero. Verrà rilasciato attestato di partecipazione.  Per iscrizioni e informazioni info@agaonline.org

(fonte: associazionegenitoriche.org)