Auguri di cittadinanza attiva per il 2019 da ilpostadozione

Banksy e il bambino che gioca con la neve

La scoperta di questo 2018 è stata Banksy. Si lo so, sono un po’ in ritardo. Ma Banksy l’ho incontrato sulla mia strada l’estate scorsa grazie ad un articolo pubblicato su un quotidiano prima della mostra al Mudec di Milano e prima della sua ultima opera contro l’inquinamento in Galles. Un ragazzino che crede fiocchi di neve la cenere bianca sprigionata da un cassonetto in fiamme, simbolo degli schifezzi che respiriamo.

Mi sono accorta anche che ho già usato su questo blog di sicuro una delle immagini dei suoi capolavori pur non avendola collegata con l’autore.

Ma chi è Banksy? Nessuno lo sa. Sembra un artista inglese.

Credo che Banksy, proprio per il suo linguaggio di denuncia sociale, vada fatto conoscere ad un pubblico sempre più ampio, anche ai non appassionati d’arte. In questo caso si parla di street art.

La sua critica al mondo contemporaneo è elegante, efficace e immediata. Un invito a guardarci intorno e ad alzare lo sguardo.


Per augurare un Buon 2019 aggiungo a Banksy una riflessione attribuita ad Albert Einstein.

“Il mondo non è minacciato

dalle persone che fanno il male,

ma da quelle che lo tollerano.”

Allora, Buon Lavoro a tutti per diventare cittadini migliori. Il nuovo anno ce lo consentirà, giorno dopo giorno, passo dopo passo.