Sessualità/gravidanze precoci: “Nella mente delle ragazze”

 

Ivonne, 20 anni: “Volevo qualcosa di mio. Mi sentivo troppo sola in famiglia e poco accolta. Adesso guardo mio figlio e capisco che ho fatto qualcosa di buono. Lui è solo mio.”

Adina, 20 anni: “I servizi sociali non mi considerano una mamma idonea? Faccio un secondo figlio e vediamo se mi prendono anche quello!”

Wara, 23 anni: “Ero innamorata. Adesso che ho il bimbo mi accorgo che il mio compagno è un immaturo. No, non lo rifarei. Ho pagato un prezzo troppo alto. Non ho più la libertà di essere giovane. Troppe rinunce”.

Olga, 21 anni: “Due figli in tre anni. Se mi capita un’altra volta, i miei mi buttano fuori casa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *