Storia familiare. Mamma Maria: “Un diario che regalerò a mia figlia quando sarà grande”

“Mi è sempre piaciuto scrivere, fin da ragazza. Da quando abbiamo ricevuto la telefonata del Tribunale dei Minori per l’abbinamento (adozione nazionale) ho deciso di iniziare un diario per la mia bambina. Nessuno me l’ha suggerito, è nato da una mia spontanea esigenza di raccontarle la storia del nostro incontro. Ho pensato che un giorno, diventata grande (adesso ha 5 anni) avrebbe avuto piacere di conoscere i miei stati d’animo mentre l’attendevo. Giorno dopo giorno questo diario continua e si arricchisce. Segno i miei pensieri e le affermazioni simpatiche di mia figlia. Ho chiesto di partecipare anche a mio marito per integrare ricordi e momenti familiari significativi. E’ il mio modo di dirle: ”Sono felice che tu sia qui e cresca con noi”.

Curiosità. Esiste un sito dove una mamma adottiva, una pedagogista e un’illustratrice si propongono, dietro compenso, per costruire il libro della storia del bambino. Per maggiori informazioni vedere http://italiaadozioni.it.

0 pensieri riguardo “Storia familiare. Mamma Maria: “Un diario che regalerò a mia figlia quando sarà grande””

  1. Anche io ho scritto, per un lungo periodo, il Diario della mia esperienza di mamma adottiva di una bimba che aveva 6 mesi quando è arrivata ed ora ha 25 anni. Chissà perchè, non gliel’ho mai fatto leggere. Lo sento come una specie di testamento spirituale, come una serie di risposte a domande che però lei non mi ha mai fatto. Sono convinta tuttavia che verrà il momento giusto per darglielo e solo allora sarà un dono che avrà un senso. Il mio Diario si chiama “Figlia dell’anima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *