Gravidanze precoci. Sofia, 15 anni: “Dopo nove mesi ho raggiunto una certa serenità”

“Io di anni ne ho 15 e anch’io come Flap sono alla fine della mia gravidanza. Come ci si sente? Beh diciamo che all’inizio c’è troppa confusione e terrore. Non volevo che si sapesse, me ne volevo andare per tutta la gravidanza da qualche parte oppure volevo abortire, anzi diciamo che abortire è stato il mio chiodo fisso perchè avevo troppa paura… paura non tanto dei giudizi, ma della mia vita, di come sarebbe cambiata e di cosa avrei lasciato. Per mesi non mi volevo alzare dal letto e vedevo tutto nero. La situazione in casa era pesante e non vedevo vie d’uscita, volevo morire non più abortire, tutto mi sembrava senza senso, dubbi su dubbi, incertezze che come benzina su fuoco facevano ardere questo desiderio di sparire per sempre!!!!!! E’ stato un periodo bruttissimo, a scuola non volevo che si sapesse non tanto per le malelingue ma per me, non volevo accettare quello che succedeva e non volevo essere etichettata. C’è sempre stato il mio ragazzo che amo e mi è sempre stato vicino, anche se per giorni e giorni l’ho maledetto e gli ho scaricato addosso le mie ansie. Penso che l’amore sia questo, sopportarsi e supportarsi, amarsi e odiarsi, provare sempre qualcosa di imprecisato, ma cmq provare sempre qualcosa. Adesso, dopo 9 mesi e un pancione che pesa e che mi fa girare gli ormoni come sull’autostrada per Firenze, posso dire che sono tranquilla e che non vedo l’ora! Abbiamo atteso la nascita della mia bambina tra lacrime e sorrisi, fughe, litigi, scleri e quante altre cose che non so elencare adesso, però si va avanti, sempre!!!!!!”

(fonte: it.answers.yahoo.com)