La fuga da casa. Papà Piero: “Per fortuna il Vietnam non è dietro l’angolo”

“Mia figlia, 10 anni, nei momenti di incazzatura minaccia di scappare di casa e di andare in Vietnam. I riferimenti li ha tutti. Per fortuna il Vietnam non è dietro l’angolo…. ma durante l’adolescenza (ormai alle porte) le bimbe-ragazze-donne fanno delle cose da incoscienti ….”

(fonte: it.sociale.adozione)

0 pensieri riguardo “La fuga da casa. Papà Piero: “Per fortuna il Vietnam non è dietro l’angolo””

  1. Da quando è stato introdotto l’argomento della fuga da casa, il mio piccolo cervello non fa che riflettere sull’argomento.

    Per noi è ancora presto, gli anni sono solo 14 e di fuga ancora non si parla, ma temo non manchi molto anche perché molti degli atteggiamenti descritti nella fuga di Caty sono già propri anche del nostro pequeño; sono le reazioni tipiche dell’adolescente che cerca una identità sua, che gli sia propria – altra rispetto a quella dei genitori che con tanta fatica ha dovuto accettare ed interiorizzare.
    Il nostro pequeño fa fatica. Una fatica del diavolo ad affrontare ogni difficoltà. Una partita di calcio può essere letale per lui, figuriamoci quando le sfide saranno più importanti.
    Non vi nascondo che ho paura, tanta –per quello che potrà accadere quando il desiderio di un distacco definitivo si concretizzerà.
    Ho paura, tanta quando il mio pequeño vorrà andare solo sulla strada della vita, senza nessuno che lo accompagni.
    La mia paura nasce dal suo rifiuto sistematico e continuo degli strumenti che permettono di valutare la realtà, di decidere ciò che è giusto e ciò che non lo è.

    Sono sette anni che io e papusso cerchiamo di mettere nello zaino del nostro pequeño i frutti delle nostre esperienze che –siamo certi – gli sarebbero utilissimi e preziosi nell’affrontare le scelte della vita.
    Ma sono i nostri strumenti – conquistati con fatica nella nostra vita, nella nostra esperienza quotidiana.

    Il nostro pequeño dovrà e vorrà avere i suoi attrezzi per affrontare le difficoltà che il suo cammino gli riserva.

    Anche se saremo tristi e spaventati perché avremo l’impressione che lo zaino nel quale mettiamo cose da anni sia irrimediabilmente bucato,

    anche se saremo tristi e spaventati perché ci sembrerà di avere mandato nostro figlio allo sbaraglio ad affrontare la vita con un’armatura di latta,

    io sono certa che qualcosa di ciò che abbiamo dato sarà comunque presente sul fondo dello zaino e se lo vorrà, il mio pequeño, se ne potrà servire per affrontare la vita.

    🙂

    gg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *