La fuga di Caty: “Dovremo prendere una decisione”

Sara, com’era ovvio, si è fermata anche a pranzo così non abbiamo ancora parlato. Alle quattro sono uscite di nuovo e mentre sto scrivendo ricevo una mail dove mi avvisa che non rientrerà prima delle dieci.

Questa è la vita di Caty: cazzeggio, strada, frequentazioni discutibili. Non si capisce cosa intende fare della scuola, tre insufficienze nel primo trimestre. Lavoricchia nel fine settimana ma non è un lavoro che si potrà trasformare in stabile.

Ricominceremo di nuovo con lo strascicare le giornate tra letto, computer, cellulare e TV? Mi dispiace, non ce la faccio. Preferisco una soluzione definitiva. Vedremo se nei prossimi giorni si potrà fare il punto della situazione con lei.